Ricambi e lampadari di Murano

rosa-rosetta-ricambio-murano-lampadario
foglia di ricambio per lampadario in vetro di murano
triedri-quadriedri-trilobi-per-lampadari-murano

lampadario-di-murano-carezzonicoin--vetro-soffiato
lampadario di murano in vetro soffiato
Catalog Swarovski Lampadari

speccjio-veneziano-in-vetro-di-murano
colorato-ricambio-murano-lampadario-vetro-soffiato
vetri-di-murano-modulari-per-lampadari


la qualità come elemento caratterizzante dei nostri vetri di Murano: Quando l'elemento in vetro soffiato deve avere le caratteristiche volute dal cliente altrimenti mal si integra nella casa. i colori assolutamente unici specchiano le emozioni creative del gusto di chi progetta l' arredamento fondendosi con l'ambiente. il risultato? Un' universo fatto di unicità competenza e stile.

A casa tua

Dall’anno 1000 Venezia è centro di eccellenza della manifattura del vetro. D’altra parte, la sua derivazione da quella romana, che si sviluppò nella vicina Aquileia fino al V secolo. La produzione in questo periodo era di scarsa qualità, ma nel XIII secolo migliorò decisamente, grazie probabilmente all’ importazione dall’Oriente di buone materie prime. Negli ultimi decenni del 1200 e nel secolo successivo il quadro delle attività vetrarie comprende la fabbricazione di soffiati di uso comune, come recipienti da tavola e da osteria, la preparazione di piastre musive e di gemmette d'imitazione e la decorazione di bicchieri a smalti fusibili.

In questo periodo nacquero le lenti in vetro, dopo la produzione da parte dei cristallai veneziani di "roidi da ogli", che più tardi, probabilmente in Toscana, furono inserite in una montatura da tenere sopra il naso.

 L'invenzione più importante di questo secolo fu il cristallo o vetro cristallino, dalla purezza simile a quella del cristallo di rocca, ottenuto con l'uso di ceneri vegetali accuratamente purificate, la scelta accurata del vetrificante ed un accurato controllo dei fumi durante la fusione per evitare la contaminazione della massa vetrosa. I vetri muranesi del XV e ancor più del XVI secolo venivano richiesti dalla ricca borghesia e nobiltà d’Italia e d’Europa. La lavorazione delle perle, già prodotte nel 1300 per colatura su una bacchetta di ferro, del vetro fuso in una piccola CONTINUA A LEGGERE